MANIFESTAZIONE DI VOLONTA' A PRESENTARE LA DOMANDA DI RICHIESTA DI CONTRIBUTO SISMA 2016 In base a quanto disposto dalle Ordinanze 111/2020 art. 9, 117/2021 art. 7 e 121/2021, art. 2, tutti i cittadini che non hanno ancora presentato la Richiesta di contributo sisma 2016 all’Ufficio Spec...
RICHIESTA DI CONTRIBUTO SISMA 2016

RICHIESTA DI CONTRIBUTO SISMA 2016

20 12 Dicembre

Tributi e finanza - 01 Dicembre 2021

RICHIESTA DI CONTRIBUTO SISMA 2016

MANIFESTAZIONE DI VOLONTA' A PRESENTARE LA DOMANDA DI RICHIESTA DI CONTRIBUTO SISMA 2016

In base a quanto disposto dalle Ordinanze 111/2020 art. 9, 117/2021 art. 7 e 121/2021, art. 2, tutti i cittadini che non hanno ancora presentato la Richiesta di contributo sisma 2016 all’Ufficio Speciale per la Ricostruzione sono tenuti a presentare una Manifestazione di volontà a richiedere il contributo sisma, pena decadenza dal diritto al contributo stesso, entro il giorno

15 dicembre 2021

  • La Manifestazione di volontà a presentare la Richiesta di contributo va presentata per tutti gli edifici che hanno subito danni gravi, compresi quelli che si trovano in zona rossa, perimetrata o destinati alla delocalizzazione.
  • Deve essere inoltrata unicamente attraverso la piattaforma telematica del Commissario Sisma.
  • Può essere avanzata dai proprietari o loro delegati, compresi gli amministratori di condominio e ipresidenti di consorzio, ovvero il professionista incaricato del progetto.

 

Istruzioni per la compilazione

  • Il modulo telematico per inviare la Manifestazione di volontà è presente sulla piattaforma del Commissario Sisma, al seguente indirizzo Internet: http://gedisi.sisma2016.gov.it dove sono disponibili anche il manuale di compilazione e le risposte alle domande più frequenti.
  • Per accedere alla piattaforma e compilare la richiesta è necessario possedere le credenziali del sistema pubblico di identità digitale SPID
  • I dati che occorre conoscere per compilare la Manifestazione di volontà sono:
    - estremi identificativi del proprietario o di uno di essi;
    - estremi catastali dell’edificio o degli edifici dell’aggregat;
    - il numero di unità immobiliari dell’edificio;
    - estremi della scheda Aedes, Fast o dell’Ordinanza di inagibilità emessa dal comune;
    - il livello operativo presunto dell’intervento (L1-L4 a seconda del danno);
    - la superficie complessiva dell’edificio.
  • La piattaforma calcola in automatico il costo presunto dell’intervento sulla base dei metri quadri segnalati, ma è possibile indicare un valore differente se, ad esempio, sono applicabili eventuali maggiorazioni del contributo. Tale valore è indicato solo a fini statistici e ricognitivi, e non pregiudica in alcun modo l’importo del contributo che sarà riconosciuto all’esito positivo dell’istruttoria sulle richieste inoltrate agli USR.

Il Sindaco
Dott. Luigi De Acetis